varie_olimpiadi londra
0 Flares Twitter 0 Facebook 0 LinkedIn 0 Email -- Google+ 0 Pin It Share 0 0 Flares ×

L’inizio delle Olimpiadi di Londra è imminente, e gli sponsor si contendono a suon di applicazioni e iniziative il maggior coinvolgimento degli utenti. Panasonic, Samsung, Coca Cola, BMW tutti hanno lanciato campagne che utilizzano i social media, da Facebook a Youtube passando per Twitter per conquistare l’attenzione del pubblico. Procter & Gamble ha presentato in questi giorni “Kids”, il secondo spot della campagna globale Grazie di Cuore, Mamma, di cui abbiamo già scritto e che sicuramente è un esempio di successo di come si possa rafforzare la brand reputation di un’azienda.
Un’altra interessante iniziativa, non così impattante a livello di reputazione ma con un ottimo livello di engagement, è quella promossa da  EDF, il colosso dell’energia francese. La società catturerà l’attenzione dei londinesi e dei visitatori della capitale inglese con uno spettacolo di luci notturne sul London Eye, una delle ruote panoramiche più grandi del mondo. Il tutto guidato dall’entusiasmo per le Olimpiadi, espresso dagli utenti su Twitter. La campagna “Energia della Nazione” misurerà infatti lo stato d’animo degli inglesi durante i giochi olimpici, utilizzando i dati provenienti da 10 milioni di utenti Twitter del Regno Unito.

Grazie a un algoritmo intuitivo sviluppato  da un professore dell’Università di  Wolverhampton e da un gruppo di laureati del Massachussets Institute of Technology (MIT), esperti in analisi linguistiche e dei sentiment online, i twitter pubblicati con l’hashtag #Energy2012 verranno classificati, suddivisi in commenti positivi  e negativi e filtrati attraverso un programma che li convertirà in uno spettacolo di luci. Se, per esempio, l’energia è positiva al 75 per cento, si illumineranno tre quarti della ruota.
Il London Eye si accenderà ogni sera alle ore 21 e alle 22: i migliori momenti sportivi della giornata saranno distillati in un concerto visivo che rappresenterà i trionfi, le glorie, le delusioni, le amarezze e le sorprese dell’intera nazione. Uno show spettacolare di supporto emotivo per gli atleti che sicuramente coinvolgerà il patriottico popolo inglese. EDF allestirà anche una struttura presso il London Eye che permetterà ai visitatori di partecipare all’attività social. A completamento della campagna sono stati creati un sito web dedicato, un applicazione  per smartphone e una FacebookApp.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 LinkedIn 0 Email -- Google+ 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Altro... ceo, Comunicazione di Crisi; comunicazione 2.0; New York Times;, crisis communication managemet, Facebook, General Motors, Mary Barra, product recalls, social media
campagna greenpeace
Attacco a Shell di Greenpeace: i mattoncini della reputazione di Lego in balia delle acque dell’artico

Cosa spinge d’un tratto un’azienda a mettere a rischio un sistema di valori costruito con...

Acqua che fa del bene
CSR e reputazione vanno a braccetto. I casi di big come Ferrarelle, Coca Cola e Nestle

La Corporate Social Responsibility è ormai argomento gettonatissimo, considerando che soprattutto le grandi aziende sono...

burger-king-pride-burger-2
Burger King, Findus e il Pinkwashing: strategia aziendale o tendenza morale?

Solo qualche anno fa sarebbe stato rischioso per un’azienda prendere una posizione netta su un...

Chiudi