Mother s Day Cards   Personalize   Mail Today    Cardstore
0 Flares Twitter 0 Facebook 0 LinkedIn 0 Email -- Google+ 0 Pin It Share 0 0 Flares ×

…e’ quello di Director of Operations, ‘creato’ e proposto online attraverso una serie di colloqui realizzati via Skype ai candidati che si sono fatti avanti. Caratteristiche richieste per la posizione: disponibilità a orario continuato 24h su 24, niente ferie né feste, nessuna retribuzione, attitudine positiva, capacità di problem solving…etc. Allo stupore dei candidati intervistati per le condizioni inumane della posizione proposta segue lo stupore della rivelazione finale: il lavoro in questione è svolto ogni giorno da milioni di persone, le mamme.

Questo il contenuto del video che sta dilagando online e che è il cuore della campagna digital lanciata da Cardstore.com – azienda produttrice di e-cards personalizzate – in occasione della Festa della Mamma. La viralizzazione del video è stata spontanea ed immediata grazie ad una strategia che punta sull’ironia e sul pathos del finale a sorpresa che fa leva sull’emotività legata al tema della mamma. Tema che è senza dubbio vincente in termini di coinvolgimento e ‘like’, come testimoniano altre campagne tra cui ricordiamo quella globale promossa dal colosso Procter & Gamble che ha messo le mamme al centro della propria strategia di comunicazione:“P&G Thank you Mom” è stata lanciata durante le Olimpiadi di Londra 2012 e ripresa durante i Giochi Invernali di Sochi 2014 con il claim ‘Proud sponsor of Mum’ e sempre le mamme sono un core target per alcuni dei principali brand della galassia P&G come Dash con il contest ‘più mamma non si può’ e con l’iniziativa ‘Idee per le mamme – per un paese a misura di famiglia’ destinata a sostenere progetti promossi da associazioni non a fini di lucro di supporto all’essere mamma oggi.

E se la Festa della mamma è senza dubbio un focus di comunicazione per molte aziende, c’è anche chi, più o meno consapevolmente, rischia di scivolare sulla classica buccia di banana: è il caso del noto marchio di abbigliamento spagnolo Desigual che per l’occasione ha lanciato un nuovo spot per festeggiare le mamme che ha scatenato in Spagna una bufera di polemiche (mandando comunque alle stelle in poche ore le visualizzazioni del video promozionale sul web).

Il tanto contestato video, lanciato con lo slogan #tudecides mostra una giovane donna che, dopo essersi infilata un cuscino sotto il vestito nel simulare una gravidanza, buca con uno spillo e con sguardo malizioso una confezione di profilattici che poi infila in borsetta. Oltre alle polemiche suscitate dal claim #tudecides, chiaro riferimento al movimento femminista antiabortista YoDecido spagnolo, lo spot pare abbia scontentato anche l’opinione pubblica maschile per il dubbio gusto etico..e il Ministero della salute e della famiglia catalana ne ha chiesto il ritiro. Per dirla con Desigual “la vida es chula”…forse troppo…

Tornando a Cardstore.com e alla sua campagna destinata ad attirare l’attenzione sul prodotto e-cards da utilizzare per la Festa della Mamma, strategia in questo caso legata all’occasione e certamente a più corto respiro rispetto a quella globale di Procter, possiamo dire che l’idea creativa e l’effetto teasing del video hanno fatto il loro dovere: è stato infatti visualizzato da più di 17 milioni di utenti , ha ricevuto più di 1.3 milioni di riscontri su FB tra like e commenti, ed è stato condiviso più di 3.500 volte; la campagna è stata lanciata con un suo hashtag #worldstoughestjob che ha ricevuto più di 29.000 menzioni su twitter negli ultimi 30 giorni e la notizia è stata ripresa dai principali quotidiani nazionali e internazionali.
Restiamo in attesa di scoprire quante cartoline virtuali Cardstone.com realizzerà in occasione della Festa della Mamma, ma per il momento l’onda del viral ha preso il largo….
Auguri a tutte le mamme!!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 LinkedIn 0 Email -- Google+ 0 Pin It Share 0 0 Flares ×
Altro... American Express, brand, Carmelo Zuccaro, comunicare sui social media, comunicazione, Coop, Enrico Mentana, facebook Unicef Italia, Gianni Morandi, Ikea, immigrazione, Jovanotti, l’Unicef in Italia, Luigi Di Maio, migranti italia, ONG, ONG taxi migranti, Poste Italiane, reputazione, Riccardo Luna, social media, social media management, social media manager Unicef, stipendi Unicef Italia, strategia comunicativa, strategia di comunicazione, strategia social, Twitter Unicef Italia, Unicef, Unicef bambini migranti, Unicef Italia, Unicef Italia twitter, Unicef Italia volontari, unicef migranti facebook, unicef migranti online
Alla Boston Marathon Adidas corre troppo e scivola sui ringraziamenti ai partecipanti “Congratulazioni, siete sopravvissuti”

Una DEM ti seppellirà, o forse no: “Siete sopravvissuti alla maratona!” –  Grazie, lo sapevamo...

brand alta gamma usano social per dialogare coi clienti
I brand del True-Luxury puntano su social media e reputazione per guidare i consumi di alta gamma

Se i dieci uomini e le dieci donne più ricche del mondo della classifica di...

FORD_protesta_Bangkok
Le Ford Focus non frenano e la protesta accelera: assediata la sede Ford di Bangkok

Hai voluto la macchina? E adesso… prendila a badilate! Stufi dei malfunzionamenti e del continuo...

Chiudi