\n\n\n\n
Not

#NiUnaMenos, Fiat Argentina e il manuale di guida sessista

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 LinkedIn 0 Email -- Google+ 0 0 Flares ×

“Se la gonna di una signora è troppo corta, consigliamo che viaggi sul sedile posteriore, per mantenere alta la nostra concentrazione”. Non si tratta di una battuta, ma di una delle frasi presenti nel “Manuale del buon uso” per guidatori di Fiat Argentina, una campagna adv lanciata su Twitter e ideata da Leo Burnett Argentina che metteva in palio una Fiat 500 e una Bigbox, premiata addirittura dal Circolo dei creativi argentini. Il testo, pieno di riferimenti sessisti e misogini, è stato soggetto a pesanti critiche da parte di consumatori, associazioni femministe e mondo del giornalismo.

Una protesta che al grido di #NiUnaMenos, #ComunicacionNoSexista e #SiSePuede ha costretto la divisione della società per azioni italiana a ritirarla dal mercato e a scusarsi prontamente. Tutto è iniziato da Agustina Altman, una donna che una volta scoperto il manuale lo ha pubblicato su Facebook, facendolo diventare virale (quasi 2mila condivisioni).  Tutto a distanza di pochi giorni dalla campagna di Guess per il Denim Day, nata per dire no alla violenza sulle donne.

Due esempi che esaltano rispettivamente una comunicazione ricca di significato e una deprecabile e lesiva della reputazione di un brand. Resta un mistero il fatto che Fiat abbia approvato una campagna del genere e che quest’ultima  sia stata premiata da professionisti. Un premio dovrebbe valorizzare un esempio virtuoso ed oggi durante i postumi dello scandalo i primi a subire un calo del proprio profilo reputazionale saranno certamente quegli addetti ai lavori che sono stati i primi a non impegnarsi nella scelta dei messaggi da trasmettere. E se chiedessimo loro di lavorare pro bono ad una campagna contro la pubblicità sessista tipo #womennotobjects?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 LinkedIn 0 Email -- Google+ 0 0 Flares ×
Altro... Casa Bianca, comunicato stampa, comunicazione, Donald Trump, Exxon, ExxonMobil Corporation, Marziale, plagio, PR, PR staff, reputazione, Rex Tillerson, US
Fedez contro le fake news dei giornalisti, risponde a Concita de Gregorio su Facebook
Fedez discute con Concita De Gregorio di giornalisti e fake news. #storytelling di una reputazione da 800 mila click

“Dovrebbero andare a lavorare in miniera”. Se partisse un toto-scommesse su chi possa aver detto...

A San Valentino polemiche per le promozioni Keyaku e Media World per la festa degli innamorati

Per la gioia dei single di tutto il mondo, San Valentino è arrivato e con...

Budweiser boicottata per lo spot contro Donald Trump
Alla rete la sentenza sullo spot di Budweiser per il Super Bowl, e intanto scatta il boicottaggio del brand che sfida Trump

Super Bowl o super boycott? All’azienda produttrice di birra Budweiser sono bastati 60 secondi di...

Chiudi