Not

Quando Moda non fa rima con salute

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 LinkedIn 0 Email -- Google+ 0 0 Flares ×

La fashion week milanese è in dirittura d’arrivo e, per sette giorni, Milano è stata la capitale della moda nel mondo. Del resto, l’industria del tessile è un importantissimo settore di business per il nostro Paese e nel biennio 2010-2011, il settore Tessile-Moda si è reinventato, riagganciando la ripartenza del commercio mondiale tanto che ha concorso all’8,8% del valore aggiunto del manifatturiero italiano. Moda, però, è anche responsabilità e attenzione sociale, con questo intento, lo scorso maggio, Vogue  si è fatta promotrice di un’interessante iniziativa con l’obiettivo di migliorare la brand reputation della testata di casa Condenast: “The Health Iniziative”, un patto per raccontare una nuova immagine del corpo data dall’industria della moda. Un’importante presa di posizione con la quale diciannove direttori delle edizioni internazionali della testata si sono impegnati a non far lavorare modelle sotto i 16 anni o donne troppo magre, per  tutelare le modelle che per molte donne rappresentano un’ideale da seguire e imitare. Progetto particolarmente ambizioso che, però, si scontra con i diktat della fashion system (volti giovani, puliti, corpi androgini) e con l’immagine dell’infanzia nei media che, in modo autentico e immediato, si trasforma in driver di impatto mediatico e di business.

Probabilmente, sarà per questo o per altri motivi che lo scorso agosto, stando a quanto dichiarato alcuni giorni fa dai fashion blog Fashionista e Jezebel, Vogue China ha messo in copertina la modella all’epoca 15enne Ondria Hardin. Sia Ford, l’agenzia di Ondria, che Vogue China, interpellate sull’età della baby modella all’epoca dello scatto, non hanno rilasciato ai blogger dichiarazioni ufficiali. Nella speranza che questa vicenda non si trasformi in un caso di discomunicazione … seguiremo gli sviluppi e l’eventuale replica di Franca Sozzani, da sempre attentissima all’immagine e alla reputazione del settore Tessile-Moda nel mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 LinkedIn 0 Email -- Google+ 0 0 Flares ×
Altro... Casa Bianca, comunicato stampa, comunicazione, Donald Trump, Exxon, ExxonMobil Corporation, Marziale, plagio, PR, PR staff, reputazione, Rex Tillerson, US
Fedez contro le fake news dei giornalisti, risponde a Concita de Gregorio su Facebook
Fedez discute con Concita De Gregorio di giornalisti e fake news. #storytelling di una reputazione da 800 mila click

“Dovrebbero andare a lavorare in miniera”. Se partisse un toto-scommesse su chi possa aver detto...

A San Valentino polemiche per le promozioni Keyaku e Media World per la festa degli innamorati

Per la gioia dei single di tutto il mondo, San Valentino è arrivato e con...

Budweiser boicottata per lo spot contro Donald Trump
Alla rete la sentenza sullo spot di Budweiser per il Super Bowl, e intanto scatta il boicottaggio del brand che sfida Trump

Super Bowl o super boycott? All’azienda produttrice di birra Budweiser sono bastati 60 secondi di...

Chiudi